Browse Category: News

Tide Pods Challenge: mangiare il detersivo, il gioco virale sui social media

La “Tide Pods Challenge” è una nuova e pericolosa sfida virale in cui bambini e giovani adulti mordono i baccelli del detersivo per il bucato. Adolescenti e giovani adulti di tutti gli Stati Uniti hanno registrato queste pericolose acrobazie e le hanno caricate su YouTube .

Tide Pods Challenge: masticare detersivo per lavatrici.

Tide Pods Challenge

Diversi anni fa la US Consumer Product Safety Commission ha inviato un messaggio ai genitori sui pericoli dei pacchetti di detersivi per bucato liquido. La commissione ha dichiarato che i pacchetti sono interessanti per i bambini piccoli perché sono colorati, morbidi e hanno un buon profumo.

Si sospettò che questo pericoloso atto fosse nato nel 2015 quando un articolo fu pubblicato su un bambino che ingeriva accidentalmente un Tide Pods dopo avendolo scambiato per dolciumi.

Medici e altri operatori sanitari dicono che l’ingestione di questi oggetti potrebbe essere pericolosa per la vita.

Durante un’intervista con Fox59, il dott. Joe Krug ha descritto gli effetti negativi dell’ingestione di questi contenitori per detersivo per bucato.

Gran parte del problema deriva dal rivestimento stesso. Otterrai ustioni alla pelle, ustioni agli occhi, [e] ustioni più gravi alle vie respiratorie, ustioni all’esofago.

Gli ingredienti utilizzati in questi baccelli includono etanolo, perossido di idrogeno e polimeri che possono causare vomito, diarrea, tosse, sonnolenza e nausea, nonché irritazione e congiuntivite se si forma negli occhi.

Se i baccelli o il detersivo finiscono nei polmoni, potrebbero causare disturbi respiratori e, se ingeriti, possono anche causare depressione.

Negli Usa sono stati riportati almeno dieci morti per le conseguenze dell’ingestione, di cui due bambini e otto anziani con demenza. Alcune associazioni di consumatori hanno chiesto alle aziende di cambiare l’aspetto delle capsule, rendendole meno attrattive soprattutto per i bambini, con colori meno brillanti.