Browse Tag: Come fare trading binario

Trading Binario come funziona: panoramica sulle tipologie di trading

Cos’è il trading binario?

Fare trading binario vuol dire abbinare il tipo di opzione binaria all’asset su cui si investe.

Vediamo, in termini semplici e pratici cosa vuol dire, cercando di studiare le due tipologie principali, opzioni range ed opzioni sopra/sotto.

Le opzioni intervallo sono dette così perché fondano la previsione su un intervallo di valori; solitamente, si tratta dell’area immediatamente seguente o precedente al prezzo di mercato.

Queste, non funzionano tutte allo stesso modo: alcuni broker possono prevedere un gap “mobile” che si mantiene costante, i cui estremi superiori ed inferiori variano al mutare del prezzo di mercato. Altri, invece, possono individuare solo un’area, non necessariamente consecutiva al prezzo di mercato, superiore o inferiore.

Qual è l’implicazione operativa delle opzioni intervallo?

Dobbiamo riuscire a capire se il prezzo si manterrà all’interno della banda intervallare stabilita dal broker e ciò dipende dalle caratteristiche dell’asset. Se il nostro target è vicino al prezzo di mercato e di pochi gap, allora, il nostro asset dovrà avere una volatilità ridotta.

Bisogna, poi, accertare nelle condizioni di ciascun broker se l’uscita prima della scadenza fuori dalla banda intervallare determini o meno l’esito negativo della previsione. Ciò dipende dalle regole del broker che potrete consultare nelle condizioni: alcuni stabiliscono che solo ad una determinata scadenza bisogna rispettare il vincolo, altri tengono conto dell’intera vita dell’opzione dal momento dell’acquisto.

In quest’ultimo caso, è meglio fare il trade agli ultimi minuti utili (solitamente 10 minuti).

Con le opzioni binarie, il rendimento è rapportato al rischio, nel senso che quanto più aumenta la difficoltà previsionale, tanto più aumenta il rischio, quanto più aumenta il rendimento.

Le opzioni intervallo solitamente hanno un rendimento più elevato (anche il 100%-300%) rispetto alle opzioni classiche ma sono adatte solo per alcuni tipi di asset, o ancora meglio per tutti i tipi di asset che attraversino una particolare fase di mercato che possiamo definire “laterale” (senza scossoni improvvisi).

Molto più semplici ma meno redditizie le opzioni sopra/sotto, in cui bisogna solo prevedere se il prezzo aumenterà (previsione call o rialzista) o diminuirà (previsione put o ribassista) rispetto al prezzo-target stabilito dal broker (opzioni up/down più redditizie) oppure rispetto al prezzo di acquisto dell’opzione call o put.

Trading Binario come funziona

Chiaramente, i migliori broker regolamentati sono anche quelli che hanno maggiore efficienza della piattaforma ed assenza di tempi di esecuzione degli ordini che possano inficiare la validità della nostra previsione, allorquando dipenda dal prezzo istantaneo.

Le opzioni sopra/sotto sono adatte per tutti i tipi di asset e mediamente possiamo avere un rendimento del 70-85%.

Appena entrate di scena le opzioni sopra/sotto a 30 secondi che sono adatte per sfruttare quei balzi di volatilità intra-day che spesso sembrano impossibili da catturare.

La capacità di “cavalcare l’onda” dei prezzi, di saper capire in che direzione andrà il mercato, al di là del sentiero principale richiede molta abilità analitica, istinto d’osservazione ed intuito.

L’analisi tecnica è sempre utile per le opzioni binarie e va abbinata al tipo di previsione effettuata, in funzione dell’asset e dell’opzione binaria.

Saper distinguere tra previsione a breve termine e medio/lungo termine, adattare i parametri del modello di analisi, coltivare un determinato stile di trading binario (tattico e veloce, oppure strategico e di medio lungo periodo) sono abilità che vengono coltivate man mano che facciamo esperienza con le opzioni binarie.

Prendete l’abitudine di redigere il piano di trading, annotando i successi e gli insuccessi.