Browse Tag: Opzioni binarie

Opzioni Binarie: Cosa sono e come funzionano

Le operazioni binarie di borsa, meglio note come opzioni binarie, sono delle operazioni diverse dai classici investimenti sui titoli e altri stock delle borse.

Infatti sono basate sulle previsioni degli andamenti e non sul valore stesso dell’azione, che nel caso salisse, farebbe guadagnare l’investitore mentre nel caso scendesse di quotazione si avrebbe l’effetto contrario.

Opzioni Binarie cosa sono

Nelle opzioni binarie invece è indifferente che l’azione, o l’indice o il titolo a cui essa fa riferimento salga o scenda ai fini del guadagno in quanto queste sono un investimento sulla previsione del suo andamento sia in rialzo che in ribasso.

Se si investe sul ribasso o sul rialzo il guadagno dipenderà dalla previsione che avrete fatto. Non si acquistano titoli ma opzioni sull’andamento (trend) dei titoli.

L’opinione su questo tipo di operazioni è molto controversa anche nello stesso mondo finanziario in quanto non è la valorizzazione del titolo azionario (l’aumento del suo valore) ad essere oggetto dell’investimento, quanto la previsione delle sue oscillazioni.

Nelle opzioni binarie dunque non si è interessati al buon andamento del mercato, ma a prevedere esattamente in determinati archi temporali il suo trend, che sia negativo o positivo.

Inoltre, altro elemento di critica da parte di alcuni, è l’alto margine di rischio di queste operazioni, a cui corrisponde però anche l’alto margine di guadagno, che può superare anche il 500%.

Opzioni binarie consigli

opzioni binarie

Per alcuni queste operazioni sono complesse e richiedono grande esperienza, mentre altri le considerano adatte anche ai principianti.

Qualsiasi sia l’opinione più corretta i due consigli più importanti di questo articolo sono: nel caso decideste di dedicarvi alle opzioni binarie, studiate ed analizzate bene tutte le strategie facendo pratica con le modalità di apprendistato che molte piattaforme offrono; siate coscienziosi nell’investimento, utilizzando non più del 5% del capitale a disposizione in quanto in queste operazioni lo si potrebbe facilmente azzerare in archi di tempo brevissimi.

Alcune piattaforme offrono anche software di gestione e investimento totalmente automatiche detti robot finanziari.

—> QUI LA STRATEGIA EFFICACE PER IL TUO DENARO <—

Le caratteristiche principali delle opzioni binarie.

Il termine opzione stabilisce nel gergo della finanza non il possesso di un titolo, ma l’opzione di acquisto o vendita di un’azione ad un determinato prezzo dietro pagamento di un premio.

Le opzioni binarie sono un tipo di opzione più complesso in cui il guadagno è stabilito alla stipula del contratto su due soli esiti: previsione del trend giusta e previsione del trend sbagliata. In un certo senso è come scommettere sul vincitore di una partita di basket, o si “indovina”, o si sbaglia.

Chiaramente le opzioni binarie non vengono effettuate a caso, tirando ad indovinare, ma si avvalgono di tutta una serie di strumenti che permettono di ipotizzare con buona approssimazione un andamento secondo vari archi temporali messi a disposizione dalle varie piattaforme on line oggi presenti sul mercato.

Gli archi temporali possono essere dai soli 30 secondi fino a periodi di 24 ore fino ad una settimana, secondo la piattaforma e dell’opzione scelte.

Questo tipo di operazioni sono relativamente nuove e consentono guadagni anche in caso di un ribasso dei mercati azionari, rappresentando un’evoluzione delle consuete negoziazioni, un nuovo scenario nel trading su internet.

Le opzioni binarie possono essere rivolte a qualsiasi degli assets presenti sulle borse mondiali, dalle coppie di valute alle azioni di aziende quotati, dalle materie prime agli indici di borsa. Il guadagno medio è dal 50 al 90% ma alcune di queste opzioni garantiscono margini più alti se si è disposti al rischio.

Alcune piattaforme, forti di un sicuro successo, arrivano anche a coprire parte delle perdite. Tra le caratteristiche primarie vi sono la semplicità, in quanto si tratta di previsioni su soli due possibili risultati, e le numerose piattaforme tra cui scegliere.

Chiaramente dovrete prima prendere confidenza con le oscillazioni ma sopratutto con i vari metodi di rilevamento di questi andamenti in modo da ottenere previsioni il più esatte possibile.

Naturalmente questo non significa guadagni sicuri ed il rischio di cadute è più che possibile. Quindi osservate e imparate a decifrare i grafici previsionali messi a disposizione e le strategie possibili, e in particolare non sopravvalutatevi.

Come fare opzioni binarie

Come fare opzioni binarie

Per fare opzioni binarie innanzitutto studiate bene le varie piattaforme on line, considerando inizialmente anche quelle che mettono a disposizione i software automatici.

Preparatevi bene dal punto di vista tecnico/teorico studiando le varie opzioni e le strategie allegate.

Una volta stabilita strategia e intuita la previsione si potrà scegliere l’arco temporale in cui questa avverrà, come detto dai 30 secondi fino alle 24 ore o alla settimana. Potrete effettuare così operazioni combinate e coordinate in sequenza cronologica.

Quindi potrete scegliere le varie opzioni a disposizione a seconda del rischio che vorrete correre o/e del relativo guadagno, chiaramente corrispondente al rischio. Le opzioni sono messe a disposizione dai vari siti di brokeraggio da cui le comprerete, secondo i rendimenti da loro proposti.

Le opzioni più semplici da gestire sono le Opzioni Binarie Call/Put, dove il Call rappresenta il mercato in crescita e il Put in diminuzione. Se la previsione è quella di un rialzo allora andranno comprate opzioni call relative al trend scelto, mentre chiaramente acquisterete delle put se prevedete un andamento in diminuzione. Il rendimento di questi contratti varia tra il 70 e l’85%.

Opzione Binaria One Touch

Se amate il rischio ma anche alti guadagni, fino al 550%, allora scegliete un Opzione Binaria One Touch. Qui la previsione è più complessa e le possibilità sono nettamente minori. Infatti la previsione dovrà riguardare una quota (prezzo) raggiunta, in basso o in alto, che viene stabilita dal broker che offre l’opzione su un determinato titolo.

In questo caso la scadenza è settimanale. Naturalmente il broker, assistito da software, sceglierà delle quote difficilmente raggiungibili, anche se nelle possibilità del mercato.

La previsione quindi diminuirà notevolmente le possibilità di esattezza, ma nel caso di previsione corretta i rendimenti variano dal 400 al 550% anche se il prezzo viene toccata per un solo secondo, per cui vale la pena tentare con una parte del capitale di acquistare questa opzione accompagnandola ad altre meno rischiose.

Opzioni Binarie Intervallo

vantaggi-grafico-candele-giapponesi

Meno rischiose ma altrettanto allettanti visto il rendimento compreso tra il 200 e il 350% sono le Opzioni Binarie Intervallo. Qui si tratta di prevedere se il prezzo resterà costante in un determinato intervallo di tempo.

Queste opzioni vanno accompagnate con delle apposite strategie di cui potrete trovare molti esempi sulle varie piattaforme.

Ogni broker fornirà i vari grafici indicatori degli andamenti secondo diverse variabili e diversi schemi, come il grafico giapponese a candele, dove confrontare i periodi ribassisti e quelli rialzisti o il grafico delle resistenze e dei supporti, oppure il famoso grafico delle le bande di bollinger e dell’oscillatore RSI, in cui si potranno calcolare gli intervalli esatti in cui investire in opzioni call e put.

Tutti questi strumenti permettono di cogliere i vari segnali sugli andamenti e quindi decidere le strategie esatte per le proprie previsioni, consentendo così anche la scelta dell’opzione giusta.

L’importante, se deciderete di impegnarvi in questi investimenti, è quello di dedicarsi con totale dedizione all’apprendimento, con la massima concentrazione per ottenere dei risultati evidenti e limitare le perdite.

Trading Binario come funziona: panoramica sulle tipologie di trading

Cos’è il trading binario?

Fare trading binario vuol dire abbinare il tipo di opzione binaria all’asset su cui si investe.

Vediamo, in termini semplici e pratici cosa vuol dire, cercando di studiare le due tipologie principali, opzioni range ed opzioni sopra/sotto.

Le opzioni intervallo sono dette così perché fondano la previsione su un intervallo di valori; solitamente, si tratta dell’area immediatamente seguente o precedente al prezzo di mercato.

Queste, non funzionano tutte allo stesso modo: alcuni broker possono prevedere un gap “mobile” che si mantiene costante, i cui estremi superiori ed inferiori variano al mutare del prezzo di mercato. Altri, invece, possono individuare solo un’area, non necessariamente consecutiva al prezzo di mercato, superiore o inferiore.

Qual è l’implicazione operativa delle opzioni intervallo?

Dobbiamo riuscire a capire se il prezzo si manterrà all’interno della banda intervallare stabilita dal broker e ciò dipende dalle caratteristiche dell’asset. Se il nostro target è vicino al prezzo di mercato e di pochi gap, allora, il nostro asset dovrà avere una volatilità ridotta.

Bisogna, poi, accertare nelle condizioni di ciascun broker se l’uscita prima della scadenza fuori dalla banda intervallare determini o meno l’esito negativo della previsione. Ciò dipende dalle regole del broker che potrete consultare nelle condizioni: alcuni stabiliscono che solo ad una determinata scadenza bisogna rispettare il vincolo, altri tengono conto dell’intera vita dell’opzione dal momento dell’acquisto.

In quest’ultimo caso, è meglio fare il trade agli ultimi minuti utili (solitamente 10 minuti).

Con le opzioni binarie, il rendimento è rapportato al rischio, nel senso che quanto più aumenta la difficoltà previsionale, tanto più aumenta il rischio, quanto più aumenta il rendimento.

Le opzioni intervallo solitamente hanno un rendimento più elevato (anche il 100%-300%) rispetto alle opzioni classiche ma sono adatte solo per alcuni tipi di asset, o ancora meglio per tutti i tipi di asset che attraversino una particolare fase di mercato che possiamo definire “laterale” (senza scossoni improvvisi).

Molto più semplici ma meno redditizie le opzioni sopra/sotto, in cui bisogna solo prevedere se il prezzo aumenterà (previsione call o rialzista) o diminuirà (previsione put o ribassista) rispetto al prezzo-target stabilito dal broker (opzioni up/down più redditizie) oppure rispetto al prezzo di acquisto dell’opzione call o put.

Trading Binario come funziona

Chiaramente, i migliori broker regolamentati sono anche quelli che hanno maggiore efficienza della piattaforma ed assenza di tempi di esecuzione degli ordini che possano inficiare la validità della nostra previsione, allorquando dipenda dal prezzo istantaneo.

Le opzioni sopra/sotto sono adatte per tutti i tipi di asset e mediamente possiamo avere un rendimento del 70-85%.

Appena entrate di scena le opzioni sopra/sotto a 30 secondi che sono adatte per sfruttare quei balzi di volatilità intra-day che spesso sembrano impossibili da catturare.

La capacità di “cavalcare l’onda” dei prezzi, di saper capire in che direzione andrà il mercato, al di là del sentiero principale richiede molta abilità analitica, istinto d’osservazione ed intuito.

L’analisi tecnica è sempre utile per le opzioni binarie e va abbinata al tipo di previsione effettuata, in funzione dell’asset e dell’opzione binaria.

Saper distinguere tra previsione a breve termine e medio/lungo termine, adattare i parametri del modello di analisi, coltivare un determinato stile di trading binario (tattico e veloce, oppure strategico e di medio lungo periodo) sono abilità che vengono coltivate man mano che facciamo esperienza con le opzioni binarie.

Prendete l’abitudine di redigere il piano di trading, annotando i successi e gli insuccessi.

Come investire in Opzioni Binarie

Il trading delle opzioni binarie

Le opzioni binarie sono il nuovo trend della speculazione e del profitto nel trading. Abbiamo già visto come funzionano le opzioni binarie in questo articolo prima viste con sospetto dai puristi della Borsa, e oggi sempre più accettate, con tantissime piattaforme on line nate negli ultimi anni.

Per fare investimenti con le opzioni binarie bisogna avere coraggio, tendenza al rischio e molto controllo. Le opzioni binarie infatti consentono alti guadagni ma anche rovinose cadute in breve tempo.

Siate quindi molto attenti nel cimentarvi in questo campo.

—> ENTRANDO QUI SCOPRIRAI LA STRATEGIA PER IL TUO DENARO <—

Come investire in opzioni binarie

Per investire in opzioni binarie bisogna innanzitutto scegliere una piattaforma di trader che sia certificata nell’Unione Europea, per non incorrere in spiacevoli inconvenienti. Sceglietene una famosa, come la TopOption, la 24 Option, o la Banc de Binary, tutte abbastanza affidabili.

Aprite un account e leggete bene tutte le condizioni senza farvi prendere dalla fretta di investire, dagli alti guadagni.

Vi verrà infatti offerto un bonus ad esempio, ma sappiate che vi sono delle condizioni per usufruirne, come un minimo di 40 operazioni.

A seconda della piattaforma scelta vi verrà chiesto un deposito mediamente di 200€ e degli acquisti di opzioni minimi generalmente da 25€.

Una volta aperto un account iniziate, un conto demo vi servirà per prendere dimestichezza con la piattaforma virtuale, questa è offerta da tutti i siti per rendervi ben conto del rischio e dei profitti possibili.

Iniziate a fare pratica con le varie strategie di investimento per opzioni binarie, in quanto dovrete prevedere esattamente il trend rialzista o ribassista di un azione, indici, materia prima o valuta quotata in borsa. Per fare ciò avrete a disposizione vari indicatori come le Bande di Bollinger, le long candle (candele giapponesi), le linee di resistenze e supporto, classici del trader di professione.

Una volta che ti sei esercitato con il molto virtuale, e imparato a leggere i grafici degli strumenti qui sopra, sarete in grado di poter prevedere le oscillazioni di un titolo e poter piazzare la vostra mossa al momento giusto per guadagnare dal 75 al 500% o perdere il vostro capitale (si raccomanda di investirne solo una piccola parte in opzioni binarie).

Le strategie nelle opzioni binarie

come investire in opzioni binarie

Sono molti gli indicatori, sopra descritti, utilizzati nel trading binario, che consentono diverse strategie, a partire dalla più semplice, quella della media mobile a 50 periodi.

Si tratta di un indicatore tra i più utilizzati che confronta la media dei prezzi in determinati periodi (24 ore) in modo da acquistare opzioni binarie a scadenza di 1 ora confrontando sessioni orarie sul prezzo del titolo scelto per l’oscillazione da prevedere.

—> QUI LA STRATEGIA EFFICACE PER IL TUO DENARO <—

I trader usano questo indicatore per prevedere le inversioni nel trend del prezzo, più semplici da pronosticare in archi temporali relativamente lunghi.

La strategie che utilizza le Bande di Bollinger e l’oscillatore RSI è utilizzata generalmente per le opzioni a scadenza di 24 ore. In questo modo si hanno le oscillazioni di vendite ed acquisti molto consistenti in un periodo breve con i due valori opposti.

La strategie dei supporti e resistenze viene considerata fondamentale in questo campo, in quanto l’indicatore evidenzia esclusivamente la tendenza o rialzista o ribassista, e i “rimbalzi” dei titoli, in modo da capire se invertiranno la tendenza o no.

Poi ci sono le strategie con le long candle, che evidenziano le oscillazioni ampie.

Con le strategie one touch invece si può guadagnare anche il 550% in 7 giorni, ma sono anche molto rischiose e quindi andranno utilizzati con a massima attenzione tutti gli indicatori prima di avventurarsi in questa previsione.

Poi le strategie a 60 secondi, forse le più profittevoli in quanto il profitto arriva anche al 85% in un solo minuto, ma anche qui gioca molto l’estrema volatilità che un arco temporale così stretto comporta.

Queste sono le principali strategie del trading binario, supportate anche dalle trend line di DeMark, altro indicatore per strategie. Alcuni broker offrono anche altre opzioni, come il double up.

L’importante è comunque seguire sempre i calendari e i dati macroeconomici, in modo da non essere mai presi alla sprovvista.